Viaggio nell’ Universo – Cofanetto DVD

Ben sei ore di visione sono contenute in un cofanetto di quattro DVD che potremmo considerare il naturale proseguimento del “Viaggio nel Sistema Solare”; la loro visione promette di portare lo spettatore oltre le nostre colonne d’Ercole spaziali quindi al di là dei nostri confini per scoprire i più impressionanti e spettacolari fenomeni dell’Universo ovvero dal Big Bang ai quasar, dalle galassie alle nebulose e dalle supernove agli ammassi stellari…

Viaggio nell’ UniversoLa Cinehollywood continua a presentare la produzione astronomica firmata da History Channel con la narrazione affidata agli esperti del settore avendo per sfondo le spettacolari immagini spaziali catturate dai grandi telescopi da Terra e dallo spazio mixate sapientemente da animazioni realizzate con l’ausilio della computer grafica.

Il primo DVD è interamente dedicato al modello del Big Bang secondo il quale tutto ha avuto inizio con una violentissima esplosione. Da sempre i nostri più grandi pensatori si sono interrogati sul nostro Universo. Aristotele ci disse che il mondo era rotondo, Tolomeo ipotizzò un sistema fatto di pianeti e stelle, tra cui il Sole. Copernico pose il Sole al centro di questo sistema e Galileo confermò la sua teoria. Newton arrivò a spiegare come il sistema potesse restare unito e Einstein ipotizzò nuove teorie sulle forze che lo alimentano. Lemaitre, il sacerdote scienziato, descrisse per primo un universo in espansione; Hubble svelò all’uomo un Universo molto più ampio di quello immaginato fino allora. Infine, Guth ha portato il suo contributo con la teoria dell’inflazione qui abbondantemente descritta.

Il secondo DVD delinea la nostra galassia, la Via Lattea e le altre galassie scoprendone le attuali caratteristiche e classificazioni, mentre il terzo DVD si concentra sulle supernovae, spettacolari esplosioni generate dalla morte di una stella che possono arrivare ad emanare una luce pari a quella di cento miliardi di soli e un’energia di una potenza inimmaginabile.

Inoltre si comprende la differenza tra quelle classificate come di tipo I o II e ci si sofferma un poco su quella famosa avvenuta il secolo scorso la SN 1987A; peccato che gli studi analizzati soprattutto per quanto riguarda i fiotti di neutrini rilevati, siano puramente americanocentrici e non si accenni, ad esempio a quelli rilevati nel laboratorio del Monte Bianco.

Le pulsar e i quasar fanno parte dell’ultimo DVD, le prime sono corpi celesti molto piccoli, di pochi chilometri di diametro, che ruotano a velocità incredibili, spazzando lo spazio con fasci di radiazioni, che le fanno apparire come se lampeggiassero in continuazione. Sono dotate di campi magnetici d’incredibile forza e, nella loro alternanza, sono più precise di un orologio atomico. Mentre i quasar, enormi nuclei galattici attivi che al loro centro ospitano buchi neri, sono talmente distanti da noi che oggi vediamo solo i riflessi del loro aspetto in un lontanissimo passato: questi corpi astronomici, infatti, sono esistiti solo nelle fasi iniziali dell’Universo e potrebbero aver svolto un ruolo importante nella creazione delle galassie.

Gli ammassi stellari, rappresentano una sorta di grandioso archivio contenente le informazioni sulla natura e la varietà delle stelle esistenti nell’Universo e con essi si conclude l’intero cofanetto.

Prezzo al pubblico: € 39,90 (IVA assolta)
Ogni DVD contiene un approfondimento cartaceo.

I commenti di questo post sono in sola lettura poichè precedenti al restyling del 2012. Iscriviti al Forum di Astronomia.com ed entra a far parte della nostra community. Ti aspettiamo! : )

5 Commenti

  1. Buongiorno,

    mi si perdonino le seguenti domande:
    1) I video sono disponibili anche in inglese?
    2) C’è modo di acquistare online e scaricare il file in formato digitale (alta qualità)?

    Grazie

  2. Cara Gabriella grazie dell’informazione credo che molti appassionati acquisteranno senza altro questo cofanetto!
    Ma lasciami solo dire questo,il nostro universo e meraviglioso,ma non ne godremo mai la bellezza dal vivo,ho la brutta sensazione che come specie anche se “intelligente” saremo destinati a perire con questo piccolo pianeta,mortificati e umiliati dalla bellezza degli altri sistemi planetari della nostra galassia,repressi in questo sempre più piccolo mondo antico e orrendamente asserviti ad un sistema che va verso il corto circuito,vorrei sapere una cosa ma quando questo mondo avrà esaurito le sue terre fertili,avrà prosciugato la vita dagli oceani,avrà terminato le sue risorse cosa ne sarà di noi? dei nostri figli e nipoti?
    Ciao!

  3. Per Alfonso,
    i DVD sono in vendita online su diversi siti.
    In particolare sul sito del produttore Cinehollywood, acquistando il cofanetto hai diritto alle spedizioni GRATIS.

    Ti confermo inoltre che sono presenti audio e sottotitoli sia in italiano che in inglese.

  4. Giusta e triste riflessione Raffaele, queste meraviglie rischiano di scomparire davanti al “dio” denaro: ho letto che Obama taglierà le missioni NASA studiate con l’ESA per Marte perchè così vuole la crisi economica; ancora e solo denaro davanti alle meraviglie dell’Universo, solo desolazione umana al momento davanti a noi, solo pensieri tristi per noi davanti ai nostri figli che crescono.
    Dobbiamo reagire a questo sfascio e dire ai figli che è il momento di cambiare, è il momento di pensare a qualcosa di nuovo per risorgere, bisogna dire loro di guardare di più ed intensamente il cielo e pensare profondamente, confrontarsi con lui e così facendo unirsi idealmente per erodere il campo allo sfascio generale.

  5. Raffaele e Mario,

    Sono in parte d’accordo con le vostre affermazioni ma vorrei comunque cercare di farvi notare anche l’altra faccia della medaglia…le missioni spaziali, specialmente quelle che prevedono il coinvolgimento diretto di astronauti, costano davvero un’esagerazione, in termini di soldi, di tempo e di impegno. Io amo lo spazio ma amo anche questo piccolo pianetino in cui viviamo, e siccome ci sono ancora tanti problemi da risolvere quaggiù, andrei piano a giudicare chi proibisce l’impiego di impressionanti somme di denaro per cercare di mandare un uomo su Marte… Che poi se ne spendano altrettanti in guerre è un altro discorso che eviterei di affrontare qui…ma rimango cmq dell’idea che oggigiorno ci siano delle prioritá da risolvere qui, con i piedi x terra…