Le radio dell’Universo si fanno sentire.

IL VLA ha finalmente localizzato singolarmente le sorgenti che causano il rumore di fondo radio dell’Universo. Sono davvero tante…

La sensibilità e la risoluzione del VLA, dopo anni di miglioramento tecnologico, ci sono finalmente riuscitie!  50 ore di osservazione su una zona pari a solo un milionesimo dell’intero cielo hanno a localizzato ben 2000 sorgenti radio. Ne segue che le sorgenti totali di tutto il cielo dovrebbero aggirarsi su un numero dell’ordine di 2 miliardi. Esse rappresenterebbero il 96% della fonte di onde radio che formano il rumore di fondo. La maggior parte di loro sono galassie in cui il buco nero è in fase di piena attività, e circa un terzo sono galassie in fase di formazione stellare parossistica.

Situazioni entrambe compatibili con l’Universo primitivo. Il rimanente 4% sarebbe dovuto a oggetti ancora più deboli che potrebbero arrivare a un numero davvero incredibile: 100 miliardi.

Che chiasso… “abbassa la tua radio, per favor…”

sorgenti radio
L’ immagine VLA di una piccolissima porzione di cielo ha identificato ben 2000 sorgenti singole di onde radio. Il numero totale dovrebbe aggirarsi sui 2 miliardi. Fonte: Condon, et al., NRAO/AUI/NSF

Ti ricordiamo che per commentare devi essere registrato. Iscriviti al Forum di Astronomia.com ed entra a far parte della nostra community. Ti aspettiamo! : )

4 Commenti    |    Aggiungi un Commento

  1. Ciao Enzo! (stasera mi guardo la conferenza in streming..)

    Ho capito bene, 2000 sorgenti in (1,3-5 steradianti cioè 8"2? E io che mi lamento che non riesco a prendere radio due...

  2. che meraviglia.... il cosmo ha così tante sorprese che non si riesce a stargli dietro ! ho visto la tua conferenza di Tarquinia in video : grande Enzo ! Bellissimo aver potuto vederla anche noi che non siamo potuti venire.

  3. Da una lettura veloce avevo capito che stavi parlando della radiazione cosmica di fondo, e allora il fatto delle sorgenti isolate non mi tornava!! Invece parli di sorgenti radio.
    Che bello, ci vorebbe una radiolina per ascoltarle tutte in streaming!