OtticaTelescopio

Concludo per ora l’analisi della serie TV The Expanse parlando di qualche vicenda che si svolge nella seconda stagione e con un doveroso omaggio ai bravi realizzatori della serie stessa.

OtticaTelescopio

Nel corso delle varie puntate si verificano varie situazioni che coinvolgono direttamente oggetti naturali del Sistema Solare oppure astronavi e manufatti umani: ho così raccolto puntata per puntata alcuni filmati e foto di eventi importanti che hanno solleticato la mia curiosità.

Ancora una volta il plauso va agli sceneggiatori che hanno realizzato queste scene in maniera davvero eccellente: si dimentica facilmente che si tratta di simulazioni create al computer, ma senz’altro basate su dati effettivi e non inventati.

Iniziamo con la questione di Phoebe uno dei principali satelliti di Saturno e fino agli anni 2000 il più lontano: all’epoca era considerato quasi un’anomalia a causa di caratteristiche orbitali non convenzionali, ma con il passare degli anni tali caratteristiche si ritrovano in innumerevoli altri satelliti scoperti più recentemente e opportunamente raggruppati in famiglie di satelliti aventi caratteristiche comuni..

Mentre un’astronave dei buoni stava raggiungendo questa roccia cosmica (qui in una foto della sonda Cassini)

un bel primo piano di Febe, ad opera della gloriosa sonda Cassini

un bel primo piano di Febe, ad opera della gloriosa sonda Cassini

i cattivi lanciano una serie di testate atomiche apparentemente verso l’astronave: in breve accade che queste testate la superano per proseguire il loro viaggio verso il vero obiettivo, il satellite di Saturno.

Qui vediamo lo schermo principale di un Centro di Controllo in cui Febe appare vicinissimo agli anelli di Saturno, quando nella realtà la sua orbita si trova a quasi 13 milioni di km dal pianeta: anche in questo caso mostrare un bellissimo ma lontanissimo pianeta con gli anelli avrebbe diminuito la spettacolarità della situazione

Febe sui display del Centro di Controllo

Febe sui display del Centro di Controllo

Dicevo “lontanissimo” ed a ragion veduta: possiamo vedere cosa ne pensa il programma mobile, Sky Safari, che mostra Febe al centro dell’immagine, ma un Saturno a malapena riconoscibile poco sulla destra: altro che anelli in bella vista!

Febe come lo mostra Sky Safari

Febe come lo mostra Sky Safari

L’impatto è inevitabile

addio Febe...

addio Febe…

La rappresaglia viene consumata ai danni di un altro satellite, Deimos, questa volta sotto l’ovvia protezione dei Marziani, che però nulla possono contro una decina di testate nucleari che lo polverizzano.

Parlando di testate atomiche, in un’altra situazione da Terra ne viene lanciato un grappolo, con destinazione sulla quale non parlo, in una missione che poi viene fortunatamente cancellata

Il successivo problema sarà quello di recuperare queste testate oramai disattivate e che potrebbero finire nelle mani degli antagonisti marziani, ma questo dilemma verrà poi risolto molto efficacemente da parte di un terzo interlocutore con un’abile manovra da pescatori : ai terrestri ed ai marziani non rimarrà altro che guardare le gesta di un personaggio (che lascio nell’anonimato) il quale avrà così a disposizione un ottimo deterrente in eventuali discussioni future con i due litiganti.

Nel corso delle puntate si incontra poi una situazione su cui non mi soffermo più di tanto (per evitare spoiler) e che a mio modesto parere dà un tocco surreale, fantasioso ed onirico a vicende altamente tecnologiche

una scena decisamente surreale

una scena decisamente surreale

Altra vicenda fondamentale riguarda l’impatto dell’asteroide Eros nientemeno che su Venere: l’asteroide viene guidato in modo assolutamente particolare da un pilota altrettanto particolare, sul quale mi taccio…

Infine, qui vediamo un rappresentante del manipolo di eroici astronauti della mitica Rocinante, di ritorno da una missione che li ha visti acclamati vincitori: giustamente il pilota dell’astronave spiega a quattro bellissime fans i momenti salienti della missione…

meritato riposo dei guerrieri

meritato riposo dei guerrieri

Direi che un po’ di sano riposo se lo è meritato!

Pagine:  1 2

Info Autore

ha pubblicato 311 articoli

Classe 1955, è nato e vive a Roma, è laureato in Ingegneria Elettronica e lavora come sviluppatore software, ma avrebbe voluto laurearsi in Astronomia. Coltiva la passione per l’astronomia dal giorno dopo lo sbarco dell’uomo ... pagina autore