Mar glaciale antartico più 4,7% dal 1980, dove sono i media?

Ricevo questa comunicazione dal caro amico Luca Romaldini, del portale italiano della meteo climatologia, che segue costantemente le variazioni climatiche del nostro globo così “febbricitante”. Mi sembrava giusto avvisarvi e aggiungere un piccolo commento


Perchè pubblichiamo quasi soltanto articoli contro il GW


Sì, avete letto bene. La quantità di ghiaccio marino in Antartide è aumentata di circa 4,7 per cento dal 1980. Eppure abbiamo tutti sentito parlare di aree relativamente piccole che sono in fusione.

Mar glaciale antartico più 4,7% dal 1980

Mar glaciale antartico più 4,7% dal 1980, dove sono i media?

La scorsa settimana abbiamo letto un articolo sul crollo di un ponte di ghiaccio sul lato occidentale della Penisola Antartica, e che, se si dovesse sciogliere tutto il ghiaccio antartico, potrebbe aumentare il livello del mare di 47 metri.

L’articolo non si è dato però la pena di ricordare che tutto il resto del mare glaciale Antartico è in espansione, e che, se tale trend dovesse continuare (cosa molto più probabile), ci sarebbe invece una autentica “caduta” di livello marino – diminuzione, per meglio dire – di ben 112 metri. Nell’emisfero sud, sarebbe sufficiente per essere in grado di camminare dall’Australia alla Tasmania. In quello nord, per far scomparire l’acqua dallo stretto di Bering, in modo di camminare dall’Alaska alla Siberia.

L’articolo non si è dato la pena di ricordare che, fatta eccezione per la Penisola Antartica, il ghiaccio antartico è in crescita. Date un altro sguardo alla mappa (vedi sopra). Vedete quella piccola lingua di terra in alto a sinistra? Quella è la Penisola Antartica. Ecco, lì è dove il ghiaccio è in fusione. Ma per il resto dell’Antartide il ghiaccio è sempre più spesso.

L’Antartide è grande il doppio degli Stati Uniti continentali, e la sua calotta ghiacciata contiene oltre il 90 per cento di tutto il ghiaccio del mondo. In altre parole, più del 90 per cento dei ghiacciai di tutto il mondo sono in crescita, e tutti abbiamo sentito parlare solo di quelli che sono in fusione. Come ho detto, “Dove sono i media?”. Nel marzo del 1980, il mar glaciale Antartico copriva 3,5 milioni di kmq. (1,6 milioni di miglia mq). Oggi ne copre cinque milioni di kmq. (1,9 milioni di mq miglia). Questo corrisponde ad un aumento di 1,5 milioni kmq. (386.000 miglia quadrate)!
Da Luca Romaldini, Martedì, 14 Aprile 2009

Volevo personalmente aggiungere che proprio nella zona di “fusione” in alto a sinistra è stato identificato un enorme vulcano sottomarino (vedi articolo in questo sito) che sarebbe la vera causa dello scioglimento locale. Ma anche in questo caso i “media” stanno zitti ….

I commenti di questo post sono in sola lettura poichè precedenti al restyling del 2012. Iscriviti al Forum di Astronomia.com ed entra a far parte della nostra community. Ti aspettiamo! : )

46 Commenti

  1. Incredibile…

    Una cosa non mi è chiara Enzo, cosa si intende per “Tutto il resto del mare glaciale Antartico è in espansione“…? 😳 c

    Grazie

  2. scusa Lampo e gli altri…
    si intende la parte di mare che circonda la parte solida perenne. Non ha confini precisi direi … Intendiamolo come la superficie marina intorno al continente. E questa si sta ampliando (come si vede in figura). pensate che questa notizia non nuova a chi vuol sapere, ha innescato una risposta che ha del ridicolo al pari degli spettacoli da avanspettacolo. “Si, è vero, che aumenta, ma la causa dell’aumento è proprio dovuta al riscaldamento globale !!!!” Cerchiamo allora di deciderci! Il riscaldamento causa lo scioglimento o la glaciazione?? Forse tutto ed il contrario di tutto.
    penso che tra poco sfornerò un articolo sulla CO2 e sul Sole, con dati ricavati dagli studi pubblicati nelle maggiori riviste mondiali da uno dei massimi esperti…che ovviamente i vari Tozzi, mercalli e compagnia bella nemmeno conoscono.
    e, scusatemi (soprattutto pierluigi), ma che non si curano di investigare nemmeno piero Angela e figlio … Come mai??? Almeno loro potrebbero tentare un programma di vera analisi comparativa e critica delle varie idee in gioco. E smascherare la scienza POLITICA che sta conquistando il mondo… Eppure tacciono e preferiscono i romani….. Sempre interessanti, ma uno sforzo in più ci starebbe. Purtroppo però la mangiatoia è sempre la stessa ….

  3. Ah si si chiaro, potevo anche arrivarci! 😳

    Ma non gli si può scrivere a Piero Angela? Dite che saremmo ignorati? Eppure Piero Angela e il figlio sembrano due persone serie! 😐

  4. @Lampo,
    hai ragione…potrei provare… e vediamo a che punto arriva la serietà…

  5. @enzo e Lampo
    sì, ci pensavo anche io mentre leggevo l’articolo ed i commenti: immagino che nel sito del CICAP (di cui fa parte il grande Piero Angela) ci sia la possibilità di inviare email con articoli, proposte e suggerimenti…
    sempre che non ne abbiano già parlato…

  6. Beh questa e’ una buona notizia, fino a poco tempo fa mi fidavo delle notizie sull’ ambiamnte ma ora che scopro come stanno le cose faro’ di tutto per far conoscere la vera situazione a gli altri! 👿 👿

  7. Io personalmente quando sentivo nella trasmissioni televisive le previsioni catastrofiche sul clima e sullo scioglimento dei ghiacci sono sempre stato scettico perché nessuno ha mai fatto sentire l’altra campana. Ora leggendo questo articolo mi rendo conto che avevo ragione ad essere scettico, in effetti i numeri parlano chiaro e non sono un’opinione.

  8. Questro dimostra che i media la voce della politica! Fincchè ci sarà l’interesse a diffondere il messaggio del riscaldameno globale della co2, continueranno così!
    Staremo a vedere tra qualche anno, quando i grandi si riuniranno, magari tutti impellicciati per il freddo! Cosa diranno…….

  9. @raffaele
    io ho già cominciato da tempo a divulgare l’informazione che il presunto riscaldamento terrestre non ha ragione d’essere: mi hanno guardato come se fossi appena tornato da una crociera (come la pubblicità in TV) o meglio come un povero demente…
    Purtroppo è così e non esiste colore politico che tenga: è una falsa informazione che ormai è molto radicata da tutte le parti: credetemi.
    Al massimo ho sentito gente che si lamentava per le incessanti piogge di questo inverno…
    Tanto fra un po’, chiuse le scuole, sentiremo i TG che ci ripeteranno la frase “tutti a prendere d’assalto le spiagge” (frase che odio 👿 ) dimenticando totalmente coloro che lavorano e al massimo prendono d’assalto la propria scrivania. Altre volte, nonostante le piogge infinite, parleranno della siccità e degli incendi (pare) dolosi…
    sorrisoscusatelosfogo :mrgreen:

  10. no caro Pier….in TV non si può parlare di anti riscaldamento globale…. e temo che non potrà farlo nemmeno il tuo grande mito. E’ anche lui un personaggio televisivo…. non dimentichiamocelo. E’ un bravo divulgatore (il figlio un po’ meno…), ma sempre di televisione vive…. fidati…Comunque potresti provare a scrivere… 😕

  11. Scrivete a Piero Angela, scriviamo a qualche altro serio che troviamo in giro (ce ne sono?); dobbiamo fare qualcosa.
    Questi oramai hanno intrapreso una strada e poi ci accorgeremo che invece la natura ne ha intrapresa un’altra, magari anche in risposta alle nostre malefatte, e quindi senza accorgercene andiamo verso una catastrofe completamente diversa, mentre gli interessi della politica ( di ogni colore, se c’è ne è ancora uno) si svilupperanno fino a farci perdere la testa.
    Basta con la disinformazione, combattiamola in qualche modo, non deve vincere la TV spettacolo che rischia di portarci davvero alla catastrofe…con il sorriso in bocca.
    Scusate lo sfogo ma non ne posso più

  12. Mario, sono pienamente daccordo! ma a parlare di queste cose reali, siamo in quattro gatti……

  13. @ Enzo @ tutti
    Come mai la totalità dei media… e la gran parte del mondo scientifico danno credito alla tesi del riscaldamento globale?
    Ci sono dietro INTERESSI FORTI che alimentano questa disinformazione?
    Mi sembra impossibile che tutto ciò possa essere il risultato solo di una diffusa suggestione mediatica…
    io, sinceramente, non sono in grado di assumere una posizione… mi mancano i necessari supporti conoscitivi e scientifici… sono, però, a favore di tutte le iniziative tese a migliorare la partecipazione, l’impegno civile e la qualità della vita sul nostro pianeta…
    Penso che eventuali posizioni strumentali e sbagliate si sconfiggano attraverso l’informazione ed un sereno confronto scientifico su questi temi…
    E’ quello che mi aspetto da questo sito… non serve denunciare un “complotto” mediatico… è più utile contribuire allo sviluppo della conoscenza, attraverso l’informazione scientifica e la solletazione ad un confronto senza pregiudizi e tesi preconcette…
    🙂 🙂 🙂

  14. @Antonio,
    in realtà noi portiamo dati di fatto e non parole soltanto… Se mai sono i media che usano frasi fatte e ripetitive senza alcuna prova (la CO2 assassina, il ghiaccio che si scioglie dovunque) e che non accettano il confronto: hai mai visto un programma in cui si confrontono le due tesi? E del Sole chi ne parla? Noi almeno lo facciamo! Però putroppo non possiamo andare in TV …. 😯

  15. PER TUTTI !!!!!
    stamani ho seguito il consiglio di molti e ho scritto a Piero Angela… Vi accludo l’email:
    “Gent.mo Dott. Piero Angela,
    sono Vincenzo Zappalà, ordinario di astrofisica in pensione dall’anno scorso, dopo 40 anni di lavoro presso l’Osservatorio di Torino. Ci eravamo conosciuti una … vita fa, durante l’Assemblea Generale della Società Astronomia Italiana a Udine (penso negli anni ’70) e ho collaborato spesso con Andrea Carusi di Roma, che penso Lei conosca piuttosto bene.
    Negli ultimi anni mi sono interessato molto al problema del Global Warming, sia dal punto di vista scientifico che … politico. Ho letto molto e preso contatti con studiosi dell’atmosfera e del Sole di indubbia fama , ma soprattutto serietà. E’ chiaro che il problema è ancora abbastanza aperto, ma mi sono convinto che l’odio per la CO2 e la visione terroristica del futuro siano qualcosa che ben poco hanno a che fare con la Scienza vera. Purtroppo la TV e i giornali seguono solo e soltanto una linea ripetitiva e scontata, senza nemmeno citare le sempre più numerose tesi contrarie, soprattutto quelle legate al Sole, che resta, volenti o no, la prima fonte d’energia a nostra disposizione. Vi è in atto un’opera di demonizzazione e di ostracismo nei confronti dei cosiddetti “scettici”. Se poi si analizza il tutto dal punto di vista politico ed economico, molte scelte sembrano andare al proprio posto: tasse su tutto, fondi per ricerche mirate di dubbia utilità, e così via.
    Ora Le chiedo: non sarebbe il caso di fare finalmente un programma su una visione veramente equa della situazione? dando la vera importanza alla CO2 (Lei saprà benissimo che l’anidride carbonica reappresenta soltanto l’1% del 3% dei gas serra …), all’importanza del Sole (minimo di maunder ecc.), all’aumento della calotta antartica, al vulcano sottostante la penisola di Ross che è poi la vera causa dello scioglimento di quella limitata zona antartica. Ovviamente il tutto confrontato e discusso con le risoluzione dell’IPCC e con le sue previsioni ….
    Se non lo fa Lei in televisione, con la Sua consueta imparzialità, gli spettatori saranno solo guidati dalle banalità di personaggi come Mercalli (che di clima non è un esperto, essendo agronomo) e dello stesso Tozzi (geologo e non climatologo o studioso del Sole). In un mondo di veline e di bugie vorremmo sentire in molti la Sua voce a riguardo con la consuetà serenità, imparzialità e competenza. Io scrivo spesso sul web, ma ovviamente il ritorno di interesse è ben minore….
    Spero fortemento in un Suo interesse, anche a nome di molti colleghi ed amici.
    Cordiali saluti
    Vincenzo zappalà ”

    Vediamo se risponde e come… resto in attesa e vi farò subito sapere …
    ❓ 😉 ❓

  16. GRANDE ENZOOOOOOOOOOOO!!!!!

    Non si poteva scrivere meglio, complimenti!!!
    Attendiamo ansiosi una risposta allora…speriamo almeno lui ci consideri!!!

  17. @enzo
    grazie veramente! Speriamo che risponda, che ci pensi su e che realizzi una trasmissione adeguata…
    Utopie? Speranze?! Certezze!
    Stiamo a vedere! 😉

  18. @ Enzo @ Tutti
    Molto chiara la tua lettera a Piero Angela… speriamo che risponda… ma speriamo soprattutto che su questo tema si avvii una informazione non propagandistica sui mass-media.
    E’ questo quello che serve… per superare la disinformazione… tesi preconcette e contrapposte… ed avviare un confronto che porti più in avanti la nostra conoscenza sull’evoluzione climatica del nostro Pianeta.
    In tal senso astronomia.com, che ha già fatto molto, può fare ancora di più per contribuire alla divulgazione scientifica ed al confronto civile.
    Suggerirei… ( sarebbe utile per gli “ignoranti” come me ) di dedicare una sezione del sito a questo tema… con una serie di articoli che possano portare un contributo d’insieme, non episodico, alla costruzione di una informazione e conoscenza ( organica, oggettiva ed inparziale ) su questo tema che tanto interesse suscita nella pubblica opinione.
    🙂 🙂 🙂

  19. In caso di risposta positiva da parte di Piero Angela speriamo che gli diano la possibilità di fare una trasmissione di questo tipo, purtroppo ho forti dubbi che questo avverrà.

  20. non posso che unirmi al coro di EVVIVA per l’iniziativa di Enzo, augurando a tutti noi che non rimanga voce di un uomo che grida nel deserto……….

  21. Mi unisco anch’io al coro naturalmente. Bravo Enzo!
    Chissà se poi diventiamo tanti a gridare nel deserto….basta trovarsi e unirsi.
    Detto così sembra facile e in effetti non lo è , ma non perdiamo le speranze.Magari a volte basta piantare un semino per risvegliare la gente dal letargo. Io ci credo ancora. Sarò ingenua, ma voglio crederci.

  22. sicuramente ci sono…solo che non gli danno spazio. d’altra parte chi vuole trova materiale un po’ ovunque, ma bisogna volerlo, perchè nessuno te lo da spontaneamente…

  23. @Enzo, speriamo che Piero Angela risponda presto, anche perchè sul global warming mi sembra non si sia mai esposto più di tanto. Ma vedrai che “tapperanno la bocca” anche a lui… 😈

  24. @ENZOOO, @PIEEEEEER HELP!!!

    Mi sono appena scontrato con dei colleghi cercando di fargli capire che il documentario di Al Gore è stato creato appositamente per scopi commerciali e non riflette la situazione reale delle cose… Ho provato a spiegare i cicli naturali, i cicli solari, il livello del marre che diminuirebbe anzichè aumentare, gli interessi commerciali del tanto temuto GW, ma non sono stato in grado di ribattere riguardo al famoso grafico mostrato da Al Gore!! Quello nel quale si mostrava che il livello di CO2 ha raggiunto negli ultimi 50 anni un livello ben più alto del massimo livello mai registrato o raggiunto nei passati cicli millenari…come faccio a spiegare quel grafico?

    So che hai già una moltitudine di articoli in coda ma mi piacerebbe molto approfondire la questione…odio non riuscire a ribattere nel bel mezzo delle discussioni…! 😡

  25. @ lampo,
    fagli vedere questa immagine… magari poi ne trovo altre, ma questa si basa su studi serissimi (vedi le referenze in basso). Come vedi oggi sia come temperatuta che come CO2 facciamo ridere …. E poi digli anche che è la CO2 che segue la temperatuta e non il viceversa, come diceva Al Gore. Tra poco uscirà un mio articolo dettagliato …
    http://biocab.org/Carbon_Dioxide_Geological.jpg

  26. grazie 1000 Enzo!!!

    Domani comincio a zittirli con questa immagine e nel frattempo aspetto con ansia l’articolo dettagliato…

  27. finalmente ho trovato un sito ( che metto fra i preferiti ) in cui si
    affronta il clima partendo dal suo motore principale.
    non ho mai accettato il global warning sia perchè ,tra chi lo sostiene, diceva il contrario negli anni 70 ( sempre per colpa dell’ uomo )
    sia perchè di base c’è il tentativo di rimettere al centro degli eventi globali
    l’uomo ( anche se stavolta in modo negativo ) ma sempre capace di influenzare o addiritura determinare il clima mondiale con le sue scelte
    ( CO2, e protocolli vari). trascurando ben altri motivi di variazioni naturali
    e poi qualè il clima “normale”? quello degli anni 50-60? l’attuale?
    quello del basso medioevo, dei tempi romani? o quello dei dinosauri?
    se questo pianeta risentisse così tanto per una variazione di CO2 di qualche parte su milione , relativo a un gas marginale dell’ atmosfera, nemmeno il più efficace del’ “effetto serra” un gas che è una manna per il mondo vegetale, secondo me non avrebbe mai superato i cambiamenti passati, ben più incisivi, molti dovuti a eventi astronomici, alcuni ancora da capire altri da scoprire.
    ricordo che al gore ( il minuscolo è voluto ) ha avuto il nobel per la Pace non per qualche scenza.

  28. caro amico Fritz,
    che c’entra l’ozono col riscaldamneto globale? E poi non pensi che si cerchi in tutti i modi (tramite scienziati accondiscendenti) di spingere sempre sullo stesso bottone che fa tanto bene ai potenti? Bisogna saper leggere … e guardare entrambe le campane e poi, magari, essere più educati!!
    Non trovi? 😮
    Comunque troverai mille e uno siti sul web che saranno d’accordo con te…trasferisciti lì…ti troverai meglio, vedrai…. 😉

  29. DIFENDIAMO LA VERITà!!!! GRAZIE A TUTTI CHE DITE QUALCOSA DI VERO SU CIò CHE CI CIRCONDA E NON FATE COME TUTTI I MEDIA CHE VOGLIONO SOLO TURBARE LA GENTE…

  30. Premettendo che credo sicuramente di più a voi che ai media, come si spiega l’incredibile scioglimento dei ghiacciai alpini (l’ho visto con i miei occhi), se non con il Global Warming?
    Ciao grazie!

  31. @Luca,
    lo scoglimento dei ghiacciai è cominciato moltissimo tempo fa (ricordati che 40000 anni fa i ghiacciai arrivavano fino alla pianura padana…). In particolare una tendenza verso un lento riscaldamento ben marcato è iniziato dopo la piccola era glaciale del 1600 (coincidente con il grande minimo solare detto di maunder) in periodi non sospetti. Mi ricordo benissimo che già 50 e più anni fa si parlava di scioglimento galoppante. D’altra parte questo è cio che è capitato e capiterà sulla Terra. In tempi antichi ma storici si coltivava l’uva in Inghilterra e la Groenlandia era verdeggiante. ma prima ancora i mongoli erano arrivati negli USA passando sul ghiaccio del mar di Bering… Cicli climatici, corti o lunghi, di un pianeta vivo e vegeto, ben lontano dall’essere moribondo. E speriamo che stia tranquillo, senza nessuno scoppio d’ira (supervulcani o cose del genere), se no si che la CO2 crescerà e avremo gravissimi problemi, noi poveri umani appena scesi dalle piante. Comunque, da quanto ho potuto leggere in vari testi, lo scioglimento dei ghiacci continua in modo regolare e non vedo perchè debba essere considerata una tragedia. In fondo un lento riscaldamento (che non durerà per molto, visto che è probabilmente regolato dal Sole) non è mica tanto male: il Canada acquisterà territori enormi per l’agricoltura, idem la Siberia, noi non stiamo mica male con inverni meno freddi e nevosi, ed il vino non è mai stato così buono per tanti anni di fila…. farebbe schifo a tutti vivere con un clima in Italia tipo le Hawaii ?? Non credo proprio. Premettendo che il mare non si sta alzando per niente (a quest’ora avrebbe già dovuto sommergere intere città a sentire le cornacchie del GW), un bel caldo non sarebbe negativo per tutti…. Sto scherzando, ma non poi tanto ….

  32. La spiegazione è stata simpatica ed esauriente!è vero che vivere 365 giorni l’anno alle hawaii non sarebbe poi così male, ma mi viene un dubbio…se i ghiacciai continueranno per parecchi anni a ridursi, chi li sostituirà e ci darà da bere!?!?

  33. @Luca,
    non tutta l’acqua potabile viene dai ghiacciai … La pioggia non mancherà comunque e le sorgenti anche … E poi la natura fa un po’ quello che vuole, purtroppo o fortunatamente …. 😉

  34. Mi ha molto impressionato questo articolo, viso che ero giunto alle stesse conclusioni un pò di tempo fà, ma passando per un’altra strada’, tutt’altro che scientifica… Comunque; dopo aver ripreso questa news nel mio sito di approfondimenti, mi sono accorto che in realtà non c’è un link allo studio di cui Voi parlate. Io l’ho cercato, ma non l’ho proprio trovato! Io, sbagliando, mi sono fatto ‘prendere dall’entusiasmo’ e non ho controllato le basi su cui avete scritto l’articolo, ma anche Voi… Non potreste, per favore, mandarmi un link, oppure, tramite e-mail so studio in sè? Vi ringrazio anticipatamente, BlogMasterPg 🙄

  35. @Enzo

    Alla fine la risposta del Dott. Angela o chi per lui, è arrivata, oppure non siamo nemmeno stati presi in considerazione?? Ti ringrazio anticipatamente per la risposta..

    sorrisochesperainunarispostapositiva 😀

  36. @ aurelia79
    ho letto la notizia sul sito ansa ma purtroppo non viene citata alcuna fonte (ricerca Gb non so proprio cosa sia) e una notizia scientifica senza la citazione della fonte non ha molto valore …. la scienza è fatta di ricerca e le ricerche hanno autori e riviste, testi o siti in cui sono pubblicate… che vanno assolutamente citate…. il resto non saprei come definirlo…

    sorrisoricercatore 🙄 😉

  37. potrebbe essere questa a causa dell’abbassamento del mare in una spiaggia italiana successo poco tempo fa? XD domanda stupida ma mi andava di farla eheh risposta seria però 😉

  38. Non mi è chiara una cosa: da 3,5 a 5 milioni di kmq, la variazione non è del 4,7%, ma molto di più; inoltre non quadrano neanche le conversioni da kmq a miglia; potete spiegarmi? Grazie

  39. …”In quello nord, per far scomparire l’acqua dallo stretto di Bering, in modo di camminare dall’Alaska alla Siberia”…
    …Come pare abbiano già fatto i nostri progenitori che a suo tempo hanno colonizzato l’America! :mrgreen:
    Maurizio

  40. LA CO2-EFFETTO SERRA? CHI “S.P.E.C.U.L.A” SUL CLIMA?

    Penso a Goebbels :
    La propaganda deve limitarsi a un piccolo numero di idee e ripeterle instancabilmente, presentarle sempre sotto diverse prospettive. “Una menzogna ripetuta all’infinito diventa la verità”.

    Repubblica scrive: Groenlandia, si “SCIOGLIE” il ghiacciaio Jakobshavn
    http://www.repubblica.it/ambiente/2010/07/14/foto/groenlandia_si_scioglie_il_ghiacciaio_jakobshavn-5575515/1/

    Ma nell’articolo si specifica che semplicemente si è “FORMATO” un iceberg, pertanto assolutamente normale per un ghiacciaio.
    Ben diverso da dire “SI SCIOGLIE”. Ovviamente il tutto è farcito da catastrofiche previsioni se non si interverrà a fermare il GLOBAL WORNIG..

    Come non pensare a Goebbels che disse:
    “Trasformare qualunque aneddoto, per piccolo che sia, in minaccia grave.”

    Ma una breve ricerca rivela che la “stessa” notizia, ci affligge da anni!:
    I mari si alzerebbero di 7 metri, l’Olanda Londra e New York sott’acqua
    La Groenlandia si scioglie, allarme catastrofi
    Nuovo allarme in uno studio di due eminenti scienziati americani: i ghiacciai dell’isola potrebbero dissolversi entro il 2060 Renzo Cianfanelli 20 febbraio 2006

    Ma forse non ricordate questi di titoli:
    “I ghiacciai non si sciolgono”. Un’altra ecoballa che scoppia.Gli esperti Onu avevano lanciato l’allarme sull’Himalaya “scongelato” nel 2035. E ora ammettono: “Previsione copiata da un’intervista, senza basi scientifiche”

    http://www.ilgiornale.it/interni/i_ghiacciai_non_si_sciolgono_unaltra_ecoballa_che_scoppia/22-01-2010/articolo-id=415704-page=0-comments=1
    /—————–/

    Bene.

    Parliamo di cose serie?
    La CIR di Carlo De Benedetti insieme a Tubini a fondato “Giga” una società che acquista e vende Carbon Credit Internazionali . ( già acquistati per 60 milioni di euro da varie nazioni)

    Ma “LEGAMBIENTE” e “WWF” come vedremo fanno la loro parte.

    Vorrei qui esporre un problema di informazione.

    L’informazione riguardo il “RISCALDAMENTO GLOBALE” e la riduzione conseguenziale della emissione di CO2, considerata comunque erroneamente, gas serra e climalterante, che sta proponendo il Prof. Mario Tozzi, la stessa “LEGAMBIENTE” il “WWF”, così come varie altre associazioni è “ERRATA”.

    In breve il “CATASTROFISMO”..
    Ghiacci che si sciolgono, i mari che ci sommergeranno..
    La fanfara dell’erosione delle coste.
    La fantomatica “DESERTIFICAZIONE” che avanza? Le mucche “antiambientali”?

    E’ la CO2 “COLPEVOLE”?

    Iniziamo dal “RISCALDAMENTO GLOBALE”.

    I DATI ERANO CONTRAFFATTI. . Basta cercare “CLIMAGATE” per sincerarsene.

    Ma chiarissimo questo articolo in cui lo stesso padre della teoria del riscaldamento globale ammette:

    Climategate U-turn as scientist at centre of row admits: There has been no global warming since 1995
    * Data for vital ‘hockey stick graph’ has gone missing
    * There has been no global warming since 1995
    * Warming periods have happened before – but NOT due to man-made changes

    Che tradotto suona così.:

    “Il dottor Phil Jones (IPCC)ammette: Nessun riscaldamento Globale dal 1995..”

    1^I dati di vitale importanza per sostenere il ‘grafico della mazza da hockey’ sono andati PERSI !

    2^ Non c’è stato alcun riscaldamento globale a partire dal 1995

    3^ Periodi di riscaldamento globale sono già accaduti in passato – ma non a causa dell’uomo .

    http://go2.wordpress.com/?id=725X1342&site=daltonsminima.wordpress.com&url=http%3A%2F%2Fwww.dailymail.co.uk%2Fnews%2Farticle-1250872%2FClimategate-U-turn-Astonishment-scientist-centre-global-warming-email-row-admits-data-organised.html%3FITO%3D1490&sref=http%3A%2F%2Fdaltonsminima.wordpress.com%2F2010%2F02%2F24%2Fil-dottor-phil-jones-ammette-nessun-riscaldamento-globale-dal-1995-mentre-stranamente-sono-spariti-i-dati-della-mazza-da-hockey%2F

    /—————–/

    Bene.
    Una più ampia e dettagliata documentazione riguardo il riscaldamento globale, e l’impossibilità che CO2 possa comunque incidere sul clima, la troverete qui:

    http://www.wikio.it/article/riscaldamento-globale-effetto-serra-provocato-truffa-197551755#news197551755

    Ora vediamo Phil Jones riabilitato per evidenti motivi economici e politici?
    Continuerà, con le sue teorie “RISCALDANTI”..?

    Lo stesso Phil Jones era finito sotto inchiesta, per le mail compromettenti (CLIMATEGATE). E la commissione d’inchiesta ora risponde con :
    “un livello di trasparenza appropriato”.

    In ogni caso, chiarisce Russell, “la tesi che l’Unità di ricerca climatica abbia qualcosa da nascondere non sta in piedi”.

    A uscire pulito dalle accuse è soprattutto il professor Phil Jones, capo del gruppo di ricerca, che in una delle sue mail aveva parlato di un “trucco” utilizzato nell’interpretazione di alcuni dati e aveva definito una “bella notizia” la morte di un climatologo scettico sul riscaldamento globale.

    Rimosso dal suo incarico in seguito allo scandalo, Jones riprenderà il suo posto nell’unità di ricerca. Fonte: La Repubblica-7 lug 2010

    http://www.repubblica.it/ambiente/2010/07/07/news/scienziati_scagionati_dalle_accuse_nessuna_manipolazione_dei_dati-5462498/?ref=HREC2-1

    /—————-/

    Peccato che REPUBBLICA non chiarisca cosa si poteva leggere in quelle mail.
    Un ricercatore scrive in una mail:
    «Sì, non è molto più alta del 1998 e tutto questo mi preoccupa… c’è la possibilità di avere davanti un periodo lungo una decina d’anni con temperature relativamente stabili… forse posso tagliare gli ultimi punti sulla curva prima del mio intervento»

    Nelle mail rese pubbliche c’è di tutto:
    Espedienti per aggiustare i dati che confermino il riscaldamento!
    Proposte per minare la credibilità dei propri avversari!
    Occultare i dati più scomodi.

    I “grandi” scienziati si scambiavano mail, per accordarsi e diffondere dati falsificati..

    QUESTA é LA VERITA’!

    31 MILA SCIENZIATI , SOLO NEGLI USA ….confermano la truffa del riscaldamento globale .
    http://www.petitionproject.org/

    A FRONTE DI “QUESTO”..

    Vediamo Phil Jones “RIABILITATO” .

    Forse vi è stato qualche “interessamento”?
    Non dimentichiamo AL GORE paladino del RISCALDAMENTO provocato dall’uomo, e per questo, meritevole del NOBEL ..
    Al nome di Al Gore si associano nomi di aziende dai nomi altisonanti come la Chicago Carbon Exchange (CCX). Vende quote di CO2 anche lui.

    http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=1&ved=0CBUQFjAA&url=http%3A%2F%2Fblog.panorama.it%2Fhitechescienza%2F2010%2F03%2F30%2Fper-al-gore-tira-un-brutto-clima%2F&ei=P-49TNmFKob3Oc-w3M8P&usg=AFQjCNH7hB6jP8BeEdmRt2dPBY0MWOQhrA&sig2=rHThar0_VJMk4ABld97MIQ

    /————-/

    Caro “OSTE” come è il vino?.:
    – La CIR di Carlo De Benedetti insieme a Tubini a fondato “Giga” una società che acquista e vende Carbon Credit Internazionali . ( già acquistati per 60 milioni di euro da varie nazioni)

    Dunque su REPUBBLICA o l’ESPRESSO, potete quotidianamente leggere articoli catastrofici riguardo la “climalterante” CO2.

    L'”ESPRESSO” scrive in un suo art.: “Caccia grossa a CO2”
    Secondo l’Intergovernal Panel on Climate Change, raggiungere questo livello di emissioni comporterebbe conseguenze incalcolabili sull’uomo e sul pianeta. Sarebbe una vera e propria catastrofe, quella per intendersi descritta nel libro ‘Sei Gradi’ di Mark Lynas (Fazi Editore) in cui la vita, così come la conosciamo, sarà possibile solo in alcune ristrette aree intorno ai due Poli.

    http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=2&ved=0CB4QFjAB&url=http%3A%2F%2Fespresso.repubblica.it%2Fdettaglio%2FCaccia-grossa-a-CO2%2F2056710&ei=PnEwTKrfM-DgsAbLva22Ag&usg=AFQjCNG1EcHOJxKTMZJMzdCQp8BCJ_x6uA&sig2=LnVWf72yIbxU516STS_cZA

    REPUBBLICA scrive..

    “Una delle tecniche più usate per capire qual è il nostro impatto sull’ambiente è il calcolo dell’impronta di CO2, che converte ogni nostro consumo nella quantità di gas serra che emettiamo. Per capire a quanto corrisponde questa impronta esistono diversi “calcolatori” online, tra cui quello di Repubblica-Wwf e quello di Azzero CO2, società che opera nel settore del risparmio energetico e tra i cui soci c’è anche Legambiente.. Ecc. ecc.
    http://racconta.repubblica.it/wwf-calcolatore-co2/main.php

    Questi due dei tanti articoli.. e stranamente vediamo il WWF.. e LEGAMBIENTE, citati come fonti autorevoli.

    Ma questo art. è “spettacolare”: ” Chi specula sul clima”
    “I negazionisti del cambiamento climatico sfruttano i sondaggi in modo ingannevole.”

    http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=1&ved=0CBUQFjAA&url=http%3A%2F%2Fespresso.repubblica.it%2Fdettaglio%2Fchi-specula-sul-clima%2F2125702%2F17&ei=p8c9TMCOOYjqOJDtpe4L&usg=AFQjCNFpDOicGWGAa1f7pyWtbqvp98oa2A&sig2=1NzcZQxDxZanPeWYCMe5NA

    /——————————/

    E dire che proprio il gruppo “ESPRESSO” fà capo a De Benedetti che vende quote CO2. Sembra una barzelletta?

    DUNQUE CHI “S.P.E.C.U.L.A” SUL CLIMA? Una bella domanda..

    Una sola considerazione, posta come domanda..:
    CARO “OSTE” “DE BENEDETTI” …COME E’ IL “VINO” alla CO2 ?..

    SEMPLICE potrebbe essere la sua risposta :…Il vino con la CO2 è frizzante! Ma..:
    “ ..la vita, così come la conosciamo, sarà possibile solo in alcune ristrette aree intorno ai due Poli..”

    Però se comprate le quote di CO2.. vi “SALVATE”!..E “Giga” di DE BENEDETTI “V.E.N.D.E” quote di CO2..

    Dunque.
    Se il riscaldamento è il “crimine”..ecco il “MOVENTE” !

    Federparchi ed i parchi rappresentano per Legambiente e per i suoi dirigenti la più grande fonte di guadagno ( anche P.E.R.SO.NA.L.E ) dei prossimi decenni. Centinaia di milioni di euro.

    La parola magica è C.A.R.B.O.N – C.R.E.D.I.T

    I certificati di credito di emissione di CO2 un patrimonio enorme che i parchi possono vendere dopo averli acquisiti come conseguenza della piantumazione di alberi.
    Personaggi ed interpreti di questo grande affare:

    – La CIR di Carlo De Benedetti insieme a Tubini a fondato “Giga” una società che acquista e vende Carbon Credit Internazionali . ( già acquistati per 60 milioni di euro da varie nazioni)

    – LEGAMBIENTE è propietaria del 10% delle azioni di Sorgenia (Presidente onorario di legambiente Ermete Realacci , Alcuni membri della segreteria nazionale .Duccio Bianchi, Edoardo Zanchini, Nunzio Cirino Groggia, Andrea Poggi

    – Legambiente e Sorgenia insieme a tutte le industrie del settore energetico alternativo( e non) sono riunite in una “non profit” che si chiama Kyoto Club. (presidente Massimo Orlandi – Vicepresidente Ermete Realacci, Direttore Kyoto club service Mario Gamberale )

    – Ermete Realacci e Duccio Bianchi posseggono il 25% della società s.r.l. Ambiente Italia Ricerche e servizi in Campo Energetico. (CCIAA Milano –REA 145656)

    – Legambiente , Legambiente Lombardia, Kyoto Club e Ambiente Italia sono comproprietari della società s,.r .l. Azzero CO2 (CCIAA Roma REA 1137033) specializzata in compravendita di C.a.r.b.o.n C.r.e.d.i.t.( Amministratore delegato Mario Gamberale Vicepresidente Antonio Ferro, consiglieri Duccio bianchi; Andrea Poggio, Edoardo Zanchini,)

    – Kyoto club e Federparchi fondano la onlus Parchi per Kyoto con il supporto tecnico di Azzero Co2. (Presidente Matteo Fusilli, Vice Presidente Massimo Orlandi, Consigliere Mario Gamberale, direttore comunicazione Antonio ferro)

    L’attenta lettura di quanto esposto porta a tre considerazioni:

    1″.Il controllo di Federparchi garantisce la prosecuzione e la gestione negli anni di progetti di piantumazione in tutti i parchi e le aree protette Italiane.

    2″.Ermete Realacci, Ministro ombra del PD , Componente della Commissione Parlamentare Ambiente , Presidente Onorario di Legambiente, Presidente di Symbola, Vicepresidente di Kyoto Club, comproprietario di ambiente Italia e Azzero Co2 è titolare di un enorme e vergognoso conflitto di interessi.

    3″. Legambiente non può più definirsi una associazione ambientalista.

    http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=5&ved=0CCkQFjAE&url=http%3A%2F%2Fyoustrong.wordpress.com%2F&ei=HDI5TPHYH8KIsAaqjpjvBg&usg=AFQjCNH4lGAJIRmiMagseFqKNfolYzxk5g&sig2=Vef_nybI2FZzQ6Hxuw63bQ

    /————/
    Divertente cercare i nomi e scoprire che:
    ANTONIO FERRO..
    Uno degli storici fondatori di ”LEGAMBIENTE” Vice presidente“Azzero CO2”, nonché Direttore comunicazione“Parchi per Kyoto”.
    PROMUOVE – I.N.C.E.N.E.R.I.T.O.R.I — ?

    leggetevelo:
    http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=3&ved=0CCUQFjAC&url=http%3A%2F%2Fwww.decrescitafelice.it%2F%3Fp%3D957&ei=ozlATIjeFdDuOaLquJQN&usg=AFQjCNHNGhAdG4qjb39snCMB1MRPga49Eg&sig2=OE7Wk8E9NpG_iT1ssdbQGA

    MATTEO FUSILLI?
    Già presidente Federparchi (della quale Legambiente è socia), Comitato Scientifico Nazionale Legambiente, socio promotore #HYPERLINK “http://www.symbola.net/din/fond_00.htm”SYMBOLA (Presidente Ermete Realacci), Presidente “Parchi per Kyoto”, (fondazione Federparchi- Kyoto Club – di quest’ultimo è Vice-Presidente Francesco Ferrante).

    Dunque FUSILLI.
    Presidente “Parchi per Kyoto” di cui direttore comunicazione (come già accennato di INCENERITORI) è Antonio Ferro.
    Fusilli il grande ambientalista Presidente di “FEDERPARCHI” indagato nella qualità di ex presidente del Parco Nazionale del Gargano ?

    http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=1&ved=0CBUQFjAA&url=http%3A%2F%2Fwww.lavalledeitempli.net%2F2010%2F06%2F23%2Faffondano-le-boe-intelligenti-marpark%2F&ei=LUlATNasKomkOOfw6OEM&usg=AFQjCNHwJzYfGA3Ldq-JjE7ZUp4cMj6vZw&sig2=z7A_vxVoHXq_nDjVWW0pxA

    /——————————/

    Ma è da chiarire che LEGAMBIENTE, non si può definire ambientalista anche perché, manifesta contro la centrale TURBOGAS a Pontinia, tanto ANTI-ECOLOGICA “ACEA ELECTRABEL”.!

    Mal’Aria 2008
    27 Gennaio 2008 Anzio – Nettuno
    corteo “CONTRO” la costruzione di una centrale turbogas a Campo di Carne

    http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=3&ved=0CCEQFjAC&url=http%3A%2F%2Fwww.legambiente.eu%2Farchivi.php%3FidArchivio%3D87%26ordine%3DDESC%26back%3D%252Fdocumenti%252F2007%252F1212_malaria2008%252Findex.php%26totrec%3D85%26startRec%3D20&ei=w3tATKqTNMivOIWrpeEM&usg=AFQjCNHveEYAtVnPCN4LU8gqRB-cIarDbA&sig2=7WagXMJi_BGSDvXoL9hCIA

    LEGAMBIENTE si guarda bene di “manifestare” contro la centrale elettrica sempre TURBOGAS costruita da SORGENIA a Modugno in Puglia!

    Perchè cari signori, SORGENIA che costruisce TURBOGAS in Puglia è anche LEGAMBIENTE!

    http://www.wikio.it/article/legambiente-sorgenia-spa-ipocrisia-verde-sinistra-business-198795943

    Cercando SORGENIA con google la prima associazione che vi propone è (SORGENIA TRUFFA).. Ma la “vera” truffa sono, a mio avviso, la vendita di quote CO2, CARBON CREDIT .

    Simpatico invece questo “aneddoto”:
    http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=22&ved=0CBkQFjABOBQ&url=http%3A%2F%2Fwww.ilgiornale.it%2Fpag_pdf.php%3FID%3D94690&ei=Ggc5TO34B5jbsAbt7LHvBg&usg=AFQjCNF4f7b4bDqBlU5jbt4QKvL5InuAPg&sig2=oZh1gBL4vnPESBXwayTMLA

    Dove SORGENIA e quindi anche LEGAMBIENTE “DEVIA” un fiume, per impiantare 200 ettari di centrale elettrica, “ESPROPRIANDO” le terre.. naturalmente.

    Ma.
    Anche a LODI sono “ambientalisti” e infatti fermano il traffico per qualche ora e APRONO la centrale sempre TURBOGAS “SORGENIA”!:

    Bello come finisce l’articolo..:
    Radio Popolare di Milano che dopo aver fatto durante la nostra lotta, e nonostante i nostri appelli , pubblicità a Sorgenia adesso le ha offerto una trasmissione intera: anche per lei ormai “pecunia non olet.”

    La radio dice che “le famiglie che scelgono Sorgenia contribuiscono a diminuire le emissioni nocive”; nostra risposta: “le famiglie che scelgono Sorgenia la incentivano a produrre energia per soddisfare i loro bisogni e Sorgenia produce con centrali termoelettriche”

    Leggetevelo:

    http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=8&ved=0CDkQFjAH&url=http%3A%2F%2Fofficinadelfuturo.myblog.it%2Farchive%2F2010%2F01%2F31%2Fchiudiamo-il-traffico-apriamo-la-centrale.html&ei=cx85TI-yLc2fsQbBsqzvBg&usg=AFQjCNEe3pWhzFu7rF27u7Unbo71t8wVjw&sig2=7aAws_sqp5UVxo5QOuWtbg

    Per quanto..è da sottolineare.
    Riportando testualmente dal loro sito ufficiale :
    “LEGAMBIENTE E’ UN’ASSOCIAZIONE COMPLETAMENTE APARTITICA ”

    Ricordandovi i vertici ” APARTITICI ” di “Legambiente” associazione “libera”
    (115.000 sostenitori e 1.000 circoli locali è la più diffusa associazione ambientalista italiana)

    Vittorio Cogliati Dezza , laureato in “ FILOSOFIA ” che disquisisce di Chernobyl dimenticandosi di chiarire che già all’epoca centrali analoghe erano vietate in occidente.
    Cosa nota anche al mio pizzettaio..

    Chicco Testa , “P.C.I”
    Ermete Realacci , presidente onorario di Legambiente “Margherita”.
    Roberto Della Seta , “PD”
    Francesco Ferrante , Margherita, capogruppo dell’Ulivo
    Un posto d’onore a Laura Conti “P.C.I”

    LAURA CONTI Che disse: «Una alternativa potrebbe essere il creare SCATOLETTE DI CIBO per cani e gatti in cui la C.A.R.N.E U.M.A.N.A sostituisca quella di altri animali»

    «Si potrebbero adoperare i c.a.r.n.a.i , gli appositi terreni recintati e sorvegliati, impiegati dalle associazioni naturalistiche come il Wwf e la Lipu per alimentare i rapaci ..
    ..Il tempo medio di distruzione della “ SALMA ” è di poche ore. Restano le ossa, è vero. Ma a questo inconveniente si potrebbe ovviare se al festino partecipasse anche l’avvoltoio barbuto, che lancia le ossa sulle rocce per divorarne il midollo.

    CARNE UMANA? :
    http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=2&ved=0CB4QFjAB&url=http%3A%2F%2Fwww.loccidentale.it%2Fautore%2Fdario%2Bgiardi%2Ffulco%2Bpratesi%2Be%2Bil%2Bvademecum%2Bdel%2Bperfetto%2Becologista.003084&ei=phs7TLWfN4XgOLSLqbQB&usg=AFQjCNGSy-j_tTBcjW7wPJFqvuFjeZ_A2A&sig2=idRVnbCjkDTcDFrnxCY93g

    Passiamo ora al “WWF”.

    Oltre LEGAMBIENTE FEDERPARCHI e compagnia..
    Come già scritto nell’articolo vorrei evidenziare anche gli INTERESSI del “WWF”.

    Perchè cari signori..
    I crediti da anidride carbonica renderebbero il WWF ed i suoi partner molto più ricchi, senza nessuna effettiva riduzione della CO2, afferma Christopher Booker del Telegraph

    ..Da molto tempo l’Amazzonia è in testa alla lista delle preoccupazioni ambientali mondiali, non solo perchè ovviamente ospita la foresta pluviale più vasta e ricca di biodiversità del mondo, ma anche perchè i suoi miliardi di alberi rappresentano il più grande deposito natutale di CO2. Quindi ogni minaccia alla foresta rappresenterebbe anche un contributo all’aumento del riscaldamento globale.

    E’ emersa però un’agenda nascosta circa la preservazione di questa parte di foresta che consiste nel permettere al WWF ed ai suoi partners di condividere la vendita di crediti di emissione di anidride carbonica per un valore di 60 MILIARDI DI DOLLARI, per permettere alle compagnie industriali di continuare ad emettere CO2 esattemente come nel passato.

    Fonte:
    http://www.telegraph.co.uk/comment/columnists/christopherbooker/7488629/WWF-hopes-to-find-60-billion-growing-on-trees.html

    Considerate le mie affermazioni, lascio i miei recapiti.
    Per risponderne personalmente e dare eventualmente informazioni a coloro che volessero approfondire, o inviarmi ulteriori informazioni inerenti l’argomento

    Ho iniziato con Goebbels.
    Concludo con Nelson Mandela: “Io scrivo, se è verità, altri “raccolgono”.
    E sicuramente pensava a me Oscar Wilde :
    «Fu un giorno fatale quello nel quale il pubblico scoprì che la penna è più potente del ciottolo, e può diventare più dannosa di una sassata.»

    E di sassate qui non mi sembra ce ne sia penuria! Queste peraltro sono solo le prime!

    Cordialmente

    Piero Iannelli

    pieroiannelli@gmail.com
    N.Cell.:3398513962

1 Trackback / Pingback

  1. Profezia 2012 conferma NASA tempesta solare - Pagina 4 - CoseNascoste Forum