Lo spettacolo viene dal Sole: come ti prevedo l’aurora.

I buchi coronali, come quello apparso tra ieri e oggi, non rappresentano, se non raramente, particolari problemi per la Terra. Ma sono sempre attesi da tanti astrofotografi che riescono a regalarci foto da sogno.

Aurora ripresa da Ayumi Bakken in Alaska
Aurora ripresa da Ayumi Bakken in Alaska

Anche se in molti pensano che la nostra stella stia anticipando la sua prossima fase di minimo, è in atto una tempesta magnetica di classe G1, che sta originando meravigliose aurore boreali nella gran parte del Nord degli Stati Uniti.

Le previsioni delle aurore dal sito NOAA per il 10 e l’11 settembre

La tempesta, che secondo le previsioni potrebbe arrivare a classe G2, ha avuto origine dalla grande quantità di vento solare espulso da un vistoso buco coronale apparso nella giornata di ieri e visibile anche oggi . La formazione di buchi coronali, zone nelle quali il campo magnetico non riesce a trattenere le particelle del vento solare, non è rara. Poco probabili inoltre, come in questo caso, le possibilità che possano portare seri problemi ai sistemi di telecomunicazioni.

Buco coronale del 10 settembre
Buco coronale del 10 settembre

Sono invece agognati dagli appassionati del cielo e dagli astro-fotografi delle latitudini maggiori, come Ayumi Bakken, autrice dello scatto in apertura articolo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Grazie ad un sistema di avvisi facilmente reperibili online i maghi dello scatto sono in grado di preparare le loro attrezzature e regalarci meravigliose foto come quella in anteprima e come quelle che potete visionare qui.

Maggiori dettagli per approfondire li trovate al seguente link:

https://www.swpc.noaa.gov/

 

 

Ti ricordiamo che per commentare devi essere registrato. Iscriviti al Forum di Astronomia.com ed entra a far parte della nostra community. Ti aspettiamo! : )

Commenta per primo!

Aggiungi un Commento