Un colpo di coda della cometa ISON

Incrociamo le dita. La ISON ha dato segni di un risveglio improvviso. Speriamo solo che non sia l’inizio della… fine.

Sarà solo un “colpo di coda” o qualcosa di più emozionante?  La cometa ISON è aumentata improvvisamente di luminosità (circa due magnitudini da, 8 a 6). I casi sono tre:
(1) è solo un “outburst” isolato.
(2) E’ un indizio di un’attività più violenta del previsto.
(3) E’ l’inizio della fine.

Mi spiego meglio. Il caso (1) vuol solo dire che si è aperta una fessura nel guscio cometario e un po’ di materia si è sublimata dando luogo a un picco di luminosità. Tutto potrebbe velocemente rientrare nella norma. Il caso (2) è il più positivo. La cometa sta “sputando” materia da varie parti e potrebbe cambiare “marcia”. Il caso (3) è il più negativo. La cometa sta iniziando a disintegrarsi e magari lo farà prima di raggiungere il suo perielio.

Ecco la curva di luce con le ultime osservazioni, in cui si nota il drastico aumento di luminosità. Non ci resta che fare il tifo per (2).

Nell’emisfero sud, in condizioni eccezionali, qualcuno è riuscita a vederla a occhio nudo. Meglio di una lince!

di Vincenzo Zappalà – tratto da: L’Infinito Teatro del Cosmo