Fenomeni mutui dei satelliti di Giove: da maggio a luglio 2015

La stagione 2014-15 dei PHEMU dei satelliti di Giove sta volgendo al termine: in questa puntata analizziamo gli eventi di maggio, giugno e luglio.
L’appuntamento con Giove ed i prossimi PHEMU è solo tra 6 anni, ma con un numero di eventi davvero ridotto…

Nei tre mesi di maggio, giugno e luglio abbiamo un numero totale di eventi via via decrescente: appena 7 per maggio, 5 per giugno e 2 per luglio: il mio consiglio è di non trascurarli, visto quanto tempo dovremo aspettare per i prossimi…

Nella tabella si può notare che stavolta è rimasto un solo evento doppio, relativo all’occultazione di Europa da parte di Io, seguita dopo quasi due ore dall’$eclissi$ da parte di Io. Tutti i restanti casi sono occultazioni o eclissi sempre parziali, a causa del fatto che oramai la Terra (il nostro punto di osservazione) è uscita dal piano equatoriale di Giove: i suoi 4 satelliti principali, nel loro moto intorno a Giove, non percorrono più una retta, come facevano in piena stagione dei PHEMU.

Come in tutte le puntate precedenti, nella tabella vediamo la successione degli eventi giorno dopo giorno e le colonne sono sempre le stesse: ricordo che cliccando sull’ora si vede la configurazione dei satelliti all’incirca alla fase massima dell’evento stesso, per mezzo di un’immagine proveniente dal mio programma che calcola le posizioni dei satelliti Medicei.

L’ultima colonna contiene l’indicazione dell’oramai unico evento che accade durante la stessa serata osservativa.

[table “51” not found /]
Per conoscere il significato delle singole colonne basta passare sopra col mouse e apparirà in genere un tooltip. In altri casi il significato è il seguente:

  • evento : “xey” indica che il satellite x eclissa il satelllite y, mentre “xoy” indica l’$occultazione$. x e y valgono come di consueto
    1 – Io
    2 – Europa
    3 – Ganimede
    4 – Callisto
  • fase max : indica la fase massima raggiunta dal fenomeno (E=penombra, P=parziale, T=totale, A= anulare per le eclissi) (P=parziale, T=totale, A= anulare per le occultazioni)
    t indica che il secondo $satellite$ è in transito sul disco di Giove
    p indica che l’eclissi è in penombra
    o indica che il secondo $satellite$ è eclissato da Giove
  • ultima colonna : lettere uguali indicano eventi che avvengono nella stessa serata.

[table “52” not found /]
In questa tabella gli istanti da T1 a T7 hanno il seguente significato:
per le eclissi

  • T1 : inizio eclissi in penombra
  • T2 : inizio eclissi in ombra
  • T3 : inizio totalità
  • T4 : fase massima
  • T5 : fine totalità
  • T6 : fine eclissi in ombra
  • T7 : fine eclissi in penombra

per le occultazioni

  • T2 : inizio $occultazione$
  • T3 : inizio totalità
  • T4 : fase massima
  • T5 : fine totalità
  • T6 : fine $occultazione$

Ho realizzato con WinJUPOS il filmato relativo all’unica coppia di eventi che avvengono nella stessa sessione osservativa e come sempre vi suggerisco di visualizzare questo filmato a tutto schermo, per potervi godere al meglio lo spettacolo.

Nella serata a del 16 maggio, Io occulta Europa e successivamente, dopo meno di due ore, lo occulta.

[wposflv src=http://www.astronomia.com/wp-content/uploads/2015/01/2015-06-16-2000.0-Jupiter-NR.flv]

Niente di eccezionale, rispetto a quanto visto nei mesi scorsi, ma cerchiamo di non lasciarcelo sfuggire…

Cosa dire di più? Ora il prossimo appuntamento, come detto, è purtroppo solo fra 6 anni, ma come promesso troverete un’ulteriore puntata in cui tiriamo le somme di questa stagione e avremo l’occasione di analizzare situazioni particolari che sono accadute nella scorsa stagione (nel 2009) ma che non si ripresenteranno molto presto…

Rimanete sintonizzati!

 

 

Ti ricordiamo che per commentare devi essere registrato. Iscriviti al Forum di Astronomia.com ed entra a far parte della nostra community. Ti aspettiamo! : )