L’acqua più antica

Un gruppo di ricerca canadese ha scoperto un serbatoio naturale di acqua che è restato isolato per miliardi di anni. Acqua antichissima, quindi, che contiene, però, le abbondanze chimiche necessarie alla vita. In altre parole, un “fossile” di liquido primordiale da poter studiare in laboratorio.

L’acqua raccolta nel profondo della crosta terrestre potrebbe essere la più antica mai studiata e avrebbe potuto (e potrebbe ancora) contenere vita  sviluppata. La somiglianza della roccia che l’ha tenuta intrappolata con quelle marziane potrebbe anche  fare sperare che qualcosa di simile esista  sul pianeta rosso.

Il deposito d’acqua è stato trovato a circa 2.5 km di profondità nell’Ontario. L’acqua è ricca di gas, come idrogeno, metano e vari isotopi di gas rari, come l’elio, il neon, l’argon e lo xenon. L’idrogeno e il metano provengono dall’interazione tra la roccia e l’acqua così come gli elementi radioattivi naturali. Questi gas avrebbero potuto fornire l’energia ai microbi che non hanno visto il Sole per miliardi di anni. L’età minima dell’acqua si stima in 1.5 miliardi di anni, ma potrebbe essere molto più vecchia.

Ancora una volta è il nostro pianeta a fornirci ipotesi e speranze sulla vita extraterrestre.

Un consiglio, però… non bevetela…

Ti ricordiamo che per commentare devi essere registrato. Iscriviti al Forum di Astronomia.com ed entra a far parte della nostra community. Ti aspettiamo! : )

7 Commenti    |    Aggiungi un Commento

  1. Un miliardo e mezzo di anni? E' come ritrovare una vecchia fotografia color seppia del nostro pianeta un fondo al cassetto! Chissà cosa ci potrà dire?

  2. Fantastica scoperta! A quei tempi la vita sulla Terra era davvero elementare..
    Mi sorge solo il dubbio su come sia possibile che possa conservarsi senza problemi un serbatoio d'acqua.
    Da quel che ne sappiamo, sulla Terra è successo di tutto da quei tempi ad oggi...

  3. E' una scoperta che sarà utilissima, seriamente.

    Dubito però sommessamente che sia quella l'acqua "più antica".

    Per me, resta quella che mi servirono in un Autogrill, quando a parte un "quartino" di bianco declinai educatamente l'interessata profferta di un'acqua minerale molto frizzante - che non amo - ripiegando su una caraffa d'acqua di rubinetto... non so da quanto stesse in quella caraffa quell'acqua, ma direi un po' più di un misero miliardi e mezzo di anni

  4. Potrebbe contenere anche forme batteriche pericolose per la vita attuale.

    Si sa se vengono prese misure contro la contaminazione come per il lago Vostok?

  5. Misure per non essere contaminati certo, ma anche misure per non contaminarla per non falsare le analisi.
    Su Marte, queste ultime sono state prese e, se si, lo sono state in modo efficiente ?

  6. Citazione Originariamente Scritto da Mario Fiori Visualizza Messaggio
    Misure per non essere contaminati certo, ma anche misure per non contaminarla per non falsare le analisi.
    Su Marte, queste ultime sono state prese e, se si, lo sono state in modo efficiente ?
    caro Mario,
    purtroppo le misure anticontaminanti su Marte sono state prese sulla base delle vecchie idee che pensavano microbi e batteri molto meno resistenti di quanto si sono dimostrati sulla Terra recentemente. E' stata fatta una proposta per renderle molto più severe, ma alcuni "scienziati" istituzionali hanno detto che non ne vale la spesa, tanto ormai quello che è stato fatto è stato fatto. E poi (forse...) col tempo i batteri moriranno ... Insomma, lo schifo del nostro mondo sta contaminando anche le missioni spaziali!