Tiangong e sprite

Dal sito spaceweather ecco la traduzione di un paio di post di oggi

Il sito spaceweather.com sforna ogni giorno tantissime informazioni, principalmente legate all’attività solare.

Ma dato che al sito si può contribuire anche con fotografie di eventi celesti e terrestri, non di rado si vedono pubblicate foto davvero interessanti da parte di astrofili, realizzate in genere (beati loro!) dal loro backyard observatory, il giardino di casa…

Oggi il sito ha pubblicato due foto interessanti, una sulla Tiangong, la stazione spaziale cinese e una sugli sprite.

Lascio la parola agli autori traducendo in italiano ragionato le notizie…

La Tiangong

Ieri, la nuova stazione spaziale cinese Tiangong ha volato sopra Bejing, la capitale della Cina.

Boyan Liu la stava aspettando con il suo telescopio da 11″ che ha utilizzato per fotografare l’avamposto orbitante.

la Tiangong sui cieli della Cina, in una gif animata – credit : Boyan Liu

“Osservandola dall’oculare, l’ho quasi percepita in 3D” dice il (ndr. fortunato ) Liu.

Quest’immagine fissa

la Tiangong con i moduli che la compongono attualmente – credit : Boyan Liu

tratta dal video (ed arricchita di informazioni ) mostra gli ampi pannelli solari, il braccio robotico, il laboratorio scientifico, il modulo per l’equipaggio e due navette spaziali (Tianzhou 4 e Shenzhou 14) ancorate al modulo di attracco: si tratta di vari moduli quasi tutti aggiunti nell’ultimo anno.

La ISS è per adesso ancora molto più grande

comparazione tra stazioni spaziali, nel 2021 – credit : CSIS

ma la Tiangong la sta raggiungendo.

Nella foto inoltre è indicato il setup di ripresa dell’astrofilo cinese: Celestron EdgeHD 11″ + montatura CGEM + Canon EOS R5C, guidato dalla camera astronomica QHY 178M + lente da 12mm ed un “homemade TLE+optical tracking pipeline”. (ndr: riguardo a quest’ultimo confesso di non sapere a cosa si riferisca: qualche amico del forum che lo conosce può integrare l’articolo scrivendo un commento in un post? Grazie!)

La stazione Tiangong ha attualmente una magnitudine di circa 1, quando vola in prossimità dello zenit: per ulteriori informazioni ci si deve rivolgere come sempre al mitico sito (o all’app, sui dispositivi mobile) Heavens-Above, selezionando la Tiangong per ottenere le predizioni di visibilità locali.

Riprendere la Tiangong e la ISS è davvero challenging : rivolgo agli amici del forum (in possesso di telescopi da almeno 11″) l’invito (o forse una sfida?!) a fotografare queste stazioni spaziali! Il mitico Thierry Legault (di cui ho parlato più volte) è un maestro in quest’attività di ripresa…

Uno Sprite sopra le Pleiadi

Gli sprite (in italiano “spiritelli”) sono una forma esotica di fulmini che volano verso l’alto dalla cima di zone temporalesche (ndr: se ne parlava ad esempio a questo link di spaceweather oppure in questo post del nostro forum ).

Il 27 luglio, Donato Lioce di Valensole in Francia, ne ha fotografato uno proprio al di sopra delle Pleiadi:

Uno sprite proprio sopra le Pleiadi – credit : Donato Lioce

“Al momento della ripresa era in corso un temporale incredibile” afferma Lioce, “Con una fotocamera ho ripreso lo sprite proprio sopra le Pleiadi, mentre con una seconda fotocamera, equipaggiata con un teleobiettivo più grande, ho ripreso un primo piano dello stesso sprite. Sono stato davvero super-fortunato!”. (ndr: confermo !)

“L’immagine è stata ripresa vicino al villaggio di Valensole, in Provenza, ma il temporale e lo sprite si trovavano in realtà sopra l’Italia (ndr: ecco il perché della traduzione della news!)  a più di 200km di distanza”, conclude Donato.

In effetti si tratta della distanza ideale per riprendere gli sprite, come possiamo vedere in questa immagine:

le possibilità di ripresa di uno sprite

Cliccando l’immagine possiamo vedere il disegno a maggiore risoluzione.

 

Informazioni su Pierluigi Panunzi 382 Articoli
Classe 1955, sono nato e vivo a Roma, laureato in Ingegneria Elettronica, in pensione dopo aver lavorato per anni nel campo del software, ma avrei voluto laurearmi in Astronomia. Coltivo la passione per l’astronomia dal giorno successivo allo sbarco dell’uomo sulla Luna, maturando un interesse sempre crescente per la Meccanica Celeste, il moto dei pianeti, la Luna e i satelliti. Da molti anni sono divulgatore scientifico e in passato ho presieduto a serate astronomiche organizzate a Roma e paesi vicini. Da parecchi anni mi sto perfezionando nell’astrofotografia grazie all’auto-regalo di varie apparecchiature digitali

Ti ricordiamo che per commentare devi essere registrato. Iscriviti al Forum di Astronomia.com ed entra a far parte della nostra community. Ti aspettiamo! : )

Commenta per primo!

Aggiungi un Commento