La costellazione del Pesce Australe

Il nome magari può trarre in inganno: si tratta, sì, di una costellazione australe, ma da noi si vede abbastanza bene…

Questa serie di articoli fa uso del Simulatore di costellazioni in 3D, descritto in questo articolo. Se si dovessero riscontrare problemi nel caricamento delle pagine, scaricare manualmente l’ultima versione di JRE (Java Runtime Environment) all’indirizzo:
http://www.java.com/it/download/index.jsp


Il Pesce Australe

la costellazione del Pesce Australe
la costellazione del Pesce Australe

La costellazione si chiama così per non confonderla con quella dei Pesci, specie quando si legge ad esempio che “α PsA si chiama Fomalhaut“: in latino la costellazione è Piscis Austrinus (al genitivo piscis austrini). Ho citato il nome della sua stella più luminosa, un faro di magnitudine 1.15 in una zona di cielo particolarmente povera di stelle brillanti, perché è forse il primo nome di stella che abbia mai imparato. Trovo che questo nome sia molto affascinante e l’ho sempre pronunciato e sentito pronunciare leggendolo così com’è e non come qualcuno tempo fa in TV disse qualcosa tipo “fomlùt”… forse avrà pensato fosse tedesco, ma in realtà è arabo ed il termine significa bocca del pesce.

l'applet 3D della costellazione
l’applet 3D della costellazione

Cliccando sull’animazione si aprirà come di consueto l’applet 3D della costellazione dove possiamo subito cliccare su “f” per vedere la rappresentazione di H.A.Rey, nettamente migliore di quella ufficiale, che tutto sembra meno che un pesce. Ruotando il foglio virtuale con le frecce destra e sinistra si nota che proprio Fomalhaut ha una distanza in al molto bassa, ma come vedremo c’è un’altra stella ancora più vicina.

La costellazione è antica per cui la sua rappresentazione si trova sia nell’Uranometria

il Pesce Australe nell'Uranometria
il Pesce Australe nell’Uranometria

che nell’opera di Hevelius

il Pesce Australe secondo Hevelius
il Pesce Australe secondo Hevelius

oltre al consueto Stellarium.

il Pesce Australe secondo Stellarium
il Pesce Australe secondo Stellarium

Due stelle vicine

La stella più vicina è Lacaille 9352 (nota anche come HIP 114046 o Gliese 887 o ancora Cordoba 31353, a seconda del catalogo stellare in cui è inserita), una nana rossa di classe spettrale M0, grande la metà del Sole, posta alla piccola distanza di 10.69 al, al 14° posto nella lista delle stelle in assoluto più vicine a noi. Se ci rechiamo dalle parti della stella per mezzo di Celestia, oppure andando a trovare i miei amici Lacalliani, volgendo lo sguardo verso il nostro Sole, lo troviamo abbastanza luminoso in una zona di cielo decisamente boreale, in mezzo a stelle dell’Orsa Maggiore e del Leone Minore, una volta tanto senza altre stelle illustri e vicine (tipo Sirio): i miei amici, poveretti, soffrono parecchio, avendo 4 paia di gambe e relativi piedi. Nessuno gli ha mai fatto notare che molti dei loro problemi si risolverebbero con scarpe più grandi, ma da questo orecchio non ci sentono, anche perché non ne hanno.

Ma passiamo a Fomalhaut, che è meglio. Sappiamo della sua luminosità ed ora aggiungo che la sua classe spettrale è A3 e che si trova ad appena 25 al da noi, dove “appena” ha il suo significato solo se lo paragoniamo ad altre distanze stellari e galattiche, ma non certo in assoluto, su scala terrestre. Ne sanno qualcosa i miei amici Fomulaùni che sono appassionatissimi di corse di macchine e pretenderebbero di raggiungere il nostro Sole a bordo di astronavi a forma di monoposto con tanto di 4 ruote, utili per gli atterraggi: non hanno ancora trovato un serbatoio abbastanza grande per contenere il carburante, ma intanto girano tutto il giorno con il casco in testa, perché così sono abituati. Il nostro Sole visto da loro è decisamente meno luminoso e si trova praticamente nella stessa zona di cielo precedente, con l’inserimento di altre stelle note, quali quelle del Leone (Regolo e Denebola, ma anche Zosma e Algieba).

Qualche stella grande

confronto tra le stelle del Pesce Australe ed altre note
confronto tra le stelle del Pesce Australe ed altre note

Dal consueto diagramma di confronto tra le stelle del Pesce Australe ed altri mostri del cielo non si può non notare l’ennesima sconfitta di Aldebaran: la stella più grande della costellazione, 13 PsA una gigante arancione di classe K5, ha un diametro pari a 97 volte quello del Sole e per l’appunto quasi 3 volte tonde tonde quello della stella brillante del Toro, che sta ricevendo pesci in faccia da almeno una stella di ogni costellazione. I miei amici Tredicìpsi mi hanno inviato la foto della loro stella da 10 UA, come sempre abbacinante ed inquietante da una distanza enorme, quale quella di Saturno dal Sole.

La seconda stella grande è una gigante rossa di classe M3, 19 PsA, con un raggio di 69 volte quello del Sole: non sono riuscito a contattare i miei amici Diciannovìpsi, che hanno grandi problemi con l’ADSL e gli operatori telefonici (che strano!).

L’ultima stella per grandezza fisica è invece la υ PsA, di classe spettrale K4, che con un raggio pari a 36 volte quello del nostro Sole è praticamente una gemella di Aldebaran: dato che si trova a 527 al da noi non ha la notorietà della stella più luminosa del Toro, che invece si trova ad appena 65 al. I miei amici Upsìpsi , consci di questo fatto, hanno di recente stretto un gemellaggio con gli Aldebaristi, pronti a stringere le loro 14 mani in segno di fratellanza stellare, non appena i loro amici arrivano dalle loro parti.

Abbandoniamo le facezie e osserviamo gli…

Oggetti deep sky

Pochi oggetti, ma molto interessanti. Il primo che vi propongo è in realtà triplo ed è formato da tre galassie, NGC 7173, NGC 7174 e NGC 7176, in una interazione che (leggo, ma non ho sufficienti conferme, quindi vi do la notizia come curiosità) le porterà ad una fusione in un unico oggetto

l'interazione fra tre galassie
l’interazione fra tre galassie

il secondo oggetto è una galassia a spirale, NGC 7172

la bella $galassia$ $NGC$ 7172
la bella $galassia$ NGC 7172

mentre l’ultimo oggetto è un’altra galassia a spirale, NGC 7314

la bella $galassia$ $NGC$ 7317
la bella $galassia$ NGC 7317

Nomi e visibilità

L’unica stella ad aver ricevuto un nome è la più volte citata Fomalhaut il cui nome è (a parte le pronunce errate) molto utilizzato dagli Astronomi.

La costellazione del Pesce Australe è ben visibile alle nostre latitudini alle 21, l’orario da me prescelto per le nostre osservazioni: inizia a vedersi bassa sull’orizzonte nell’ultima decade di agosto, per culminare a Sud, al meridiano a fine ottobre (con Fomalhaut che brilla a 20° di $altezza$ sull’orizzonte). La troviamo bassa sull’orizzonte nei primi giorni di dicembre.

Nelle serate e nottate estive, quando poco prima di Ferragosto state col naso all’insu a cercare le stelle cadenti di S.Lorenzo (le Perseidi), verso mezzanotte volgete lo sguardo verso SudEst: potrete vedere Fomalhaut sorgere e spostarsi verso sud e la riconoscerete subito per la sua luminosità.

 

Ti ricordiamo che per commentare devi essere registrato. Iscriviti al Forum di Astronomia.com ed entra a far parte della nostra community. Ti aspettiamo! : )

1 Commento    |    Aggiungi un Commento