Modelli 3D con i mattoncini LEGO – Stonehenge, Piramide di Cheope, Colosseo

In questa puntata parlerò dei modelli che rappresentano tre monumenti antichi e notissimi in tutto il mondo

I miei cinque articoli in cui ho presentato modelli MOC (My Own Creations) scientifici sono questi:

Come sempre per questa serie di articoli faccio riferimento al sito che raccoglie i MOC e cioè i modelli fatti con i pezzi della LEGO, ma creati da utenti appassionati.

Tra le migliaia di creazioni presenti, ho trovato svariati modelli relativi a sonde spaziali, ad argomenti scientifici e alla vasta filmografia fantascientifica. Stavolta parlerò di tre monumenti di assoluta fama mondiale: Stonehenge, la Piramide di Cheope ed il Colosseo.

Il sito di Stonehenge mi ha da sempre affascinato, sia per quanto riguarda la scienza e l’Astronomia che vi si può trovare qua e là tra i menhir, sia per la suggestione che offre ai visitatori.

La stessa identica cosa si può dire ovviamente per la Piramide di Cheope, che insieme alle altre due piramidi della piana di Giza sono state sempre viste come rappresentazione della Cintura di Orione, osservandole dall’alto : anche se non mi ci sono mai recato di persona, immagino cosa può comportare la visione di tali monumenti antichissimi.

Da ultimo il Colosseo, che ovviamente di astronomico ha poco o niente, ma del quale mi fa molto piacere parlare, se non altro per ovvio campanilismo, ma soprattutto ancora una volta per i sentimenti che provoca la sua visione davvero imponente e per il fatto innegabile che richiama ogni anno tantissimi turisti da tutte le parti del mondo.

Stonehenge

Come avevo scritto in questo articolo del lontano 2009, avevo davvero colto al balzo l’occasione di dovermi recare per lavoro in Inghilterra per poter aggiungere una visita domenicale a questo straordinario insieme di manufatti megalitici, al cospetto dei quali ci si sente davvero piccoli.

Tra i MOC ne ho trovato uno, in questa pagina, che è un buon compromesso viste le dimensioni finali del modello (32 x 32 x 7 cm), la discreta realizzazione dei menhir orizzontali e verticali e della piana dove si trovano, nonché un numero non troppo eccessivo di parti necessarie al montaggio, 873 pezzi ed una spesa che si aggira intorno agli 80€.

la piana di Stonehenge in cui sono posizionati piccoli menhir verticali ed orizzontali

Nel sito vengono forniti i piani di montaggio da leggere con il programma stud.io , che mi hanno permesso di creare il file da visualizzare nel mio programma interattivo 3D

cliccare l’immagine per aprire in un’altra finestra il programma di visualizzazione 3D

Infine ho trovato anche questo micro-MOC

simpaticissimo modellino di Stonehenge

troppo carino e simpatico, adatto a chi ha pochissimo spazio a disposizione (è largo poco più di 10 cm per lato), poco tempo da dedicarci e una bassissima spesa da investire (circa 10 € di materiale). Tra l’altro se la base fosse ancora troppo grande, si potrebbe eliminare l’anello verde scuro con un’opera di smanettamento dei LEGO…

Nel visualizzatore tridimensionale anche questo Stonehengino fa la sua discreta figura…

cliccando l’immagine si apre un’altra finestra con il programma di visualizzazione 3D

La Piramide di Cheope

Della Piramide di Cheope esiste il modello della LEGO,

modello della mezza piramide di Cheope della LEGO, adatto ad essere appoggiato ad una parete

di notevoli dimensioni (48 x 38 x 12 cm), realizzato con 1476 parti, ma che rappresenta solo la metà dell’importante monumento archeologico

per avere una piramide intera, ce ne vogliono due metà, come affermava Lapalisse, anche se i LEGO non li conosceva…

Per questo motivo il costo abbastanza ragionevole, intorno ai 120€, dovrebbe essere raddoppiato se uno volesse avere una piramide completa : deludente, proprio perché…

… ho trovato questo modello

il modello apribile della Piramide di Cheope

che prevede, per una spesa quasi pari alla mezza piramide, la costruzione stavolta di un modello completo : è dello stesso autore del MOC di Stonehenge.

Confesso che da subito questo modello mi è piaciuto così tanto da spingermi a comprarne online i pezzi componenti (da tre-quattro fornitori) che nel giro di un paio di settimane mi sono arrivati tutti : è allora che è iniziato il vero divertimento!

Le sue dimensioni sono molto più contenute della mezza piramide (25 cm di lato, 15 cm di altezza), per un totale di 1179 parti componenti e meno fronzoli da costruire in vicinanza della piramide.

Nella pagina del sito l’autore forniva solamente un file di tipo io ma non i piani di montaggio del modello: perciò mi sono armato dell’help del programma stud.io e sono riuscito a ricreare un paio di file (uno per ogni metà della piramide), che mi hanno consentito la costruzione di questo modello.

Ho contattato poi per email il creatore del manufatto, il tedesco “Serenity“, abilissimo nella costruzione di modelli architettonici, inviandogli questi due nuovi file, che ha appena pubblicato sul sito : per la cronaca sono io “piellepi “.

Costruttivamente parlando, diciamo che alcune parti sono abbastanza instabili (collegate solamente da un pin verso l’alto) e facilmente staccabili se non si fa attenzione. Soprattutto la cerniera, che permette di separare le due parti, tende subito a staccarsi e penso sia più saggio mantenere le due parti separate.

Confesso che, spostando il modello, subito la cerniera è saltata via e soprattutto il modello mi è scivolato dalle mani e con un volo di appena 2-3 cm ha mostrato tutte le sue debolezze : si sono staccate 2-3 parti instabili di cui parlavo prima, mentre il primissimo livello ha subito dei distacchi, che prima o poi aggiusterò…

Qui possiamo vedere i dettagli del modello con il programma interattivo 3D: visto che il modello è virtuale, non si romperà mai!!

cliccare l’immagine, così si apre un’altra finestra con il programma di visualizzazione 3D

Il Colosseo

Aver trovato qualche modello MOC del Colosseo è stata una bella scoperta, vista la platea mondiale di costruttori e appassionati, ma innanzitutto devo ricordare che esiste un fantastico modello della LEGO, mostruosamente grande e particolareggiato, che richiede una bacheca tutta per sé (le dimensioni sono 53 x 48 x 28 cm), oltre a una pazienza infinita per collocare al loro posto i suoi 9036 pezzi ed un buon portafoglio per acquistarlo ad una cifra intorno ai 600€, anno più anno meno.

visto dal vivo (in uno dei LEGO Store) questo Colosseo è davvero impressionante!

Ma anche questo modello MOC non scherza, sia come grandezza (6544 pezzi appena, 64 x 51 x 22 cm di dimensioni…) , sia come dovizia di particolari

decisamente ben fatto questo modello del Colosseo

L’autore ha realizzato un modello a pianta ovale, com’è giusto che sia, adottando ottime scelte di montaggio: la grandezza del modello ed i suoi 7 file di istruzioni mi hanno fatto ovviamente desistere dalla realizzazione della relativa versione virtuale.

Invece ho cercato e trovato una versione small  della costruzione romana, anch’essa a pianta ovale, che nel suo piccolo mostra ottime scelte costruttive oltre che una ricchezza di particolari architettonici

per essere molto più piccolo, anche questo modello è ricco di dettagli apprezzabili

Sottolineo sempre il termine ovale per un buon motivo : mentre un modello a base rotonda è abbastanza semplice da realizzare, viceversa un modello a base ovale richiede differenti scelte costruttive, sempre e comunque legate all’utilizzo di cerniere (simili a quella oramai famosa della piramide di Cheope) da posizionare con un angolo opportuno.

cliccare per vedere il modello 3D interattivamente

Infine ho trovato una versione ancora più piccola, mini, ma decisamente povera di particolari, come è ovvio che succeda in modelli così piccoli! Se non ne siete convinti, ritornate a contemplare lo Stonehengino

versione ridottissima del Colosseo: non sarà stata una passeggiata ideare un modellino così piccolo

Qui vediamo il visualizzatore 3D in azione

Conclusione

Detto questo, vi do l’appuntamento alla prossima puntata della serie, in cui parlerò dei modelli di tre sonde spaziali che hanno fatto la storia dei viaggi spaziali e che continueranno a volare lassù nello spazio infinito per millenni, se non miliardi di anni.

Si tratta della gloriosa capostipite Pioneer, seguita nel suo viaggio dalle eccezionali Voyager I e II e seguite da molto lontano (nel tempo e nello spazio) dalla fantastica New Horizons : di tutte queste sonde abbiamo parlato abbondantemente in decine di articoli del nostro sito e successivamente anche tra i post del nostro Forum.
Al mio via, scatenate l’HELP…


Disclaimer
© 2023 Rebrickable®    –   LEGO® is a trademark of the LEGO Group of companies

 

Informazioni su Pierluigi Panunzi 458 Articoli
Classe 1955, sono nato e vivo a Roma, laureato in Ingegneria Elettronica, in pensione dopo aver lavorato per anni nel campo del software, ma avrei voluto laurearmi in Astronomia. Coltivo la passione per l’astronomia dal giorno successivo allo sbarco dell’uomo sulla Luna, maturando un interesse sempre crescente per la Meccanica Celeste, il moto dei pianeti, la Luna e i satelliti. Da molti anni sono divulgatore scientifico e in passato ho presieduto a serate astronomiche organizzate a Roma e paesi vicini. Da parecchi anni mi sto perfezionando nell’astrofotografia grazie all’auto-regalo di varie apparecchiature digitali

Ti ricordiamo che per commentare devi essere registrato. Iscriviti al Forum di Astronomia.com ed entra a far parte della nostra community. Ti aspettiamo! : )

1 Commento    |    Aggiungi un Commento

  1. ciao!
    volevo tranquillizzare gli amici Astrofili appassionati di LEGO sullo stato di salute della mia bellissima Piramide di Cheope...

    armeggiando parecchio con i due file io, sono riuscito a venire a capo del piccolo incidente di percorso (tra uno scaffale e la libreria) che aveva provocato il distacco di qualche parte delle due metà.

    La piramide ora gode di ottima salute e troneggia nella mia libreria assieme ad altri modelli...

    Allegato 53106

    a proposito: dal mio programma di visualizzazione 3D avrete senz'atro notato che le due metà sono vuote all'interno e tutto sommato sono molto leggere...

    comunque ci sono altre novità in arrivo dalla Cina... rimanete sintonizzati !

  2. Ultimo ma non meno importante è il Colosseo, che ovviamente non ha nulla a che fare con l'astronomia, ma mi piace parlarne soprattutto per il suo campanilismo e per i sentimenti che suscita la sua visione imponente. Ogni anno attira turisti da tutto il mondo.